Ultimi argomenti
» mancato invio posta
Mer Apr 13, 2011 12:17 am Da Sasà

» Gallo Web Solutions.
Ven Ott 29, 2010 12:15 am Da Sasà

» Accendere un Computer automaticamente o a distanza
Mer Ott 20, 2010 11:09 pm Da Sasà

» Masterizzatore interno modello LG Slim SATA MULTI DVD 18x8 T20N/T40N
Ven Ott 08, 2010 9:32 am Da Sitzigorru

» P=NP sembra proprio di no, forse siamo alla soluzione.............
Mar Set 14, 2010 8:28 pm Da Sasà

» Come installare windows xp da boot con usb
Gio Giu 03, 2010 9:07 pm Da DaviduX

» CPU a 36GHz? Con Phenom II X6 si può!
Sab Mag 15, 2010 9:31 pm Da ElDorado

» Lucid Lynx: Ubuntu cambia pelle
Sab Mag 15, 2010 9:17 pm Da kevin

» iPhone 4G a pezzi: produrlo costa solo 175$
Sab Mag 15, 2010 9:06 pm Da kevin

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Indice
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Sito Amico

salvatore gallo2.gif


alkem.gif

-----------------------------------

eyrene.jpg

-----------------------------------

GalloWebSolution.gif

----------------------------------- --Info:Per inserire il tuo sito nella lista "Sito Amico", richiedi ad un amministratore.
Flusso RSS




Storia di Google...L'ingegno e l'intuizione di due Giovani.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Storia di Google...L'ingegno e l'intuizione di due Giovani.

Messaggio  Sasà il Ven Nov 28, 2008 5:09 pm

Storia di Google



Origine del termine google.
La parola "Google" è un gioco di parole che richiama la parola "Googol", che fu inventata da Milton Sirotta, nipote del matematico americano Edward Kasner, per descrivere il numero 1 seguito da 100 zeri. Un googol è un numero molto grande. non c'è un googol di nulla nell'universo. Stelle, granelli di polvere, atomi. L'uso che Google fa del termine riflette la missione del motore di ricerca: organizzare un immenso, praticamente infinito insieme di informazioni e documenti disponibili sul web.

La nascita della società.
Google nasce per l’ingegno e la perspicacia di due giovani poco più che ventenni, Larry Page e Sergey Brin. Laureati rispettivamente in "Scienze ed Ingegneria Matematica" e "Scienze Informatiche" si conoscono tra i banchi dell'università di Stanford - Palo Alto, California.
Il Loro pallino,da dove ebbe inizio tutto, era quella di trovare un algoritmo capace di catalogare tutte le informazioni presenti in internet e renderle rapidamente e facilmente fruibili a tutti. E ovviamente di farlo meglio di quanto già facessero Yahoo, Altavista, Infoseek e altri motori allora presenti.
Inizialmente non si posero il problema del guadagno, intendevano soltanto risolvere un problema sentito da loro e dai loro colleghi all’università: la difficoltà a reperire facilmente le informazioni presenti in quasi un miliardo di pagine presenti in internet (oggi sono diventate 10 miliardi).
La loro missione, da molti considerata impossibile, si concretizzo con la creazione dell’algoritmo definito “PageRank”.

Il PageRank

Il PageRank è un algoritmo rivoluzionario per determinare “l’importanza” di una pagina web e quindi la relativa posizione da occupare nei risultati della ricerca.
Mentre i motori esistenti, per indicizzare e posizionare i siti web nei loro database, si limitavano a contare le ricorrenze, nel testo delle pagine, dei termini cercati dagli utenti, e quindi mostravano ai primi posti siti web non sempre pertinenti con le informazioni desiderate, Page e Brin ebbero l’idea di verificare e contare non solo le ripetizioni delle parole ma anche i link che provenivano da altri siti e che puntavano ad una determinata pagina. Il loro ragionamento era semplice: se un certo sito è citato e consigliato da molti altri significa che ha dei contenuti interessanti e quindi è giusto farlo vedere prima di altri.
In realtà il metodo adottato dai due studenti per calcolare il Page Rank è molto più complesso ed articolato; non si limita a contare i link ma tiene conto anche della “qualità” dei contenuti e dell’importanza dei siti da cui provengono i link. Ad esempio, se il sito della Microsoft consiglia o cita il mio sito, lo stesso acquista agli occhi di Google un valore maggiore rispetto al sito di un concorrente consigliato da un’azienda sconosciuta, e quindi avrà un PageRank più elevato del concorrente.
Ci sono poi altri fattori che contribuiscono a determinare il PageRank, come l’anzianità del sito, il numero dei visitatori, ecc.. (In pochi li conosco tutti).
[PageRanke su wikipediahttp://it.wikipedia.org/wiki/PageRank]


Dall’intuizione all’Applicazione

Si narra che i giovani appena terminarono il loro algoritmo si trovavano in Francia per un Master, dove proposero ad un professore il loro algoritmo chiedendogli un finanziamento e l’entrata in società con lofo fondando la Google. Questi non confidando nel progetto rifiutò. Allora i giovani si rivolsero a Andy Bechtolsheim, fondatore di Sun Microsystems e famoso per aver sempre avuto uno sguardo proiettato verso il futuro, fu uno dei pochi che riuscì davvero a comprendere le potenzialità di un tale innovativo sistema. Dopo una breve demo all'università di Stanford non esitò a staccare ai due geniali ragazzi un assegno da 100.000 dollari.
Gli altri investitori iniziali furono quasi esclusivamente famigliari o amici dei due fondatori.
Il 7 settembre 1998 Google Inc. aprì i battenti a Menlo Park in California e subito le ricerche effettuate dagli utenti in rete salirono a 10.000 al giorno, cosa che fece una certa eco e di cui parlarono importanti testate ( non solo di settore ) quali Usa Today, Le Monde e Pc Magazine ( che lo annoverò fra i motori di ricerca migliori del 1998 ).
Dal 1999 gli uffici si trasferirono a Palo Alto e gli impiegati, da otto che erano, triplicarono. Le query quotidiane salirono fino a 500.000.
Già a giugno la società annunciò di aver ricevuto un giro di fondi pari a 25 milioni di dollari, molti dei quali provenienti da due grandi nomi della Silicon Valley: Sequoia Capital e Kleiner Perkins Caufield & Byers ( fino ad allora rivali anche sulle politiche di investimento ).
Gli uffici si spostarono al "Googleplex" ( l'attuale quartier generale di Google ), in Mountain View, California; AOL / Netscape selezionò Google come suo servizio di ricerca sul web e presero il via altre importanti collaborazioni ( fra le quali quella con Virgilio ).
Questi decisivi accordi fecero subito "schizzare" le query a 3 milioni al giorno ed il 21 Giugno del 1999 scomparse la scritta "beta" dal sito.
L'atmosfera informale dell'ambiente di lavoro, la collegialità della collaborazione dei dipendenti, il continuo sviluppo dell'algoritmo di ricerca e di altre importanti caratteristiche quali la creazione di una web directory ( basata sull' Open Directory Project di Netscape ) e l'introduzione di un supporto per le lingue, non fecero altro che dare un ulteriore valore aggiunto al pacchetto già di per sé assai completo.
Nel maggio del 2000 arrivarono 2 importanti premi: il Webby Award ed il People's Voice Award, ricevuti sia per gli altissimi risultati tecnici raggiunti sia per la grafica essenziale ma accattivante del sito: Google qualche mese più tardi diventerà il motore di ricerca più usato del pianeta.

Il 2001 è stato per Google l'anno del wireless e del suo sbarco sui telefoni cellulari.
Nel maggio Google riporta in vita gli archivi dei newsgroup che furono di Deja.com comprando l'immenso patrimonio culturale e sociale, praticamente 6 anni di discussioni tra uomini e donne di tutto il mondo ( e circa 650 milioni di posting ).
L'anno successivo viene implementato Googlenews, una rubrica dedicata all'informazione e alle notizie provenienti da tutto il mondo: la gestione di questa pagina è totalmente automatizzata ( cosi come la selezione delle notizie stesse! ) e può vantare una rosa di 4500 siti di news da cui esse sono attinte. Contemporaneamente nasce anche Froogle: una pagina dedicata alla ricerca di prodotti in vendita sul web.
Nel 2004 vedono luce altre importanti novità.
Google Local, un motore di ricerca nel quale è possibile includere nella query che si desidera effettuare, anche il luogo fisico in cui è ubicato l'oggetto desiderato ( es. comprare "scarpe" in "New York" ): il risultato sarà poi comprensivo di un'utile ( e dettagliatissima ) mappa per trovare i negozi che soddisfano le nostre richieste.
Googlemail ( Gmail ), un servizio che consente la sottoscrizione gratuita di caselle di posta elettronica da addirittura un Gigabyte di spazio disponibile notizia che fece inizialmente pensare ad un pesce d'aprile sia per l'eccessivo spazio offerto sia per la data in cui era stata diffusa: il primo aprile. Probabilmente non venne scelta a caso quella data poiché fomentò un gran brusio ed un acceso dibattito in rete sull'attendiblilità della notizia. Ed in Internet, come del resto in tutti i media, brusii e dibattiti tendono a moltiplicare l'interesse e l'eco su un certo avvenimento.
Ottobre 2006 - La storia di Google ha segnato una nuova tappa: Googleplex diventa una centrale ad energia solare.
Qualche tempo dopo nasceva:
Google Print: tool che farà concorrenza ad Amazon, e che è studiato per presentare nelle ricerche degli utenti anche estratti di libri, con link per ulteriori consultazioni ed acquisti.
Desktop Search: si tratta di un'applicazione che, per dirla con le parole dell'azienda, "consente ai navigatori di poter cercare tra le loro e-mail, file, discussioni e documenti". In altre parole è uno strumento pensato per portare in locale le modalità di ricerca delle informazioni sul proprio computer a cui gli utenti si sono abituati utilizzando le pagine web di Google.
Come non annoverare poi GoogleMaps: Google Maps servizio accessibile dal relativo sito web e che consente la ricerca e la visualizzazione di mappe geografiche di buona parte della Terra. Oltre a questo è possibile ricercare servizi in particolari luoghi, tra cui ristoranti, monumenti, negozi, trovare un possibile percorso stradale tra due punti e visualizzare foto satellitari di molte zone con diversi gradi di dettaglio (per le zone che sono state coperte dal servizio si riescono a distinguere in molti casi le case, i giardini, le strade e così via). Le foto sono statiche (non in tempo reale).Oggi e stato aggiunto a google maps il servizio Street Wiew (http://debuggingzone.forumattivo.com/reti-ed-internet-f13/lancio-di-street-view-spettacolo-t127.htm) che consente di vedere e visitare virtualmente in 3D una determinata città (per il momento limitato a poche città) una idea veramente fantastica e spettacolare.

Googleplex, il quartiere generale di Google a Mountain View, verrà dotato del maggior impianto aziendale ad energia solare. I tetti di quasi tutti gli edifici (parcheggi inclusi) dell'enorme area verranno ricoperti di pannelli solari.

Secondo il progetto, Googleplex dovrebbe diventare la più grande location al mondo ad utilizzare l'energia solare. Il sistema sarebbe in grado di alimentare un migliaio di case di medie dimensioni e fornirebbe il 30% del fabbisogno di energia del colosso del web.


Altre Intuizioni:
Un’altra delle idee brillanti di Google è stata la pubblicità contestuale, o mirata. Ovvero se ad esempio state cercando “noleggio automobili” vedrete sulla parte destra della pagina dei risultati alcuni link pubblicitari di aziende che noleggiano automobili o che vendono ricambi . Le probabilità che questa pubblicità dia fastidio sono quindi minime e nello stesso tempo, le probabilità che qualcuno clicchi su questi link sono alte.
Questo consente a Google di far accettare ai suoi inserzionisti di pagare un “tot” per click più elevato rispetto a ciò che pagherebbero per la stessa pubblicità inserita su siti o portali che parlano di calcio, di libri, di corsi, di telefonini o di cronaca.
Inoltre Google non si limita a pubblicare questi link pubblicitari contestuali sulle proprie pagine ma lo fa anche sulle pagine di centinaia di migliaia di siti partner (a cui riconosce una percentuale degli introiti) grazie al servizio AdSense Partner. Anche in questi casi, viene mostrata solo pubblicità inerente il contenuto della pagina.

Semplicità di Google
Come potete ben vedere Il sito di Google si presenta in modo spartano, senza animazioni in flash, senza musichette, senza sfondi multicolori, senza banner pubblicitari. Non c’è nulla che possa distrarre l’utente, che lo costringa a pensare dove cliccare. Ci sono soltanto informazioni semplici da fruire e dirette. Google sa cosa vogliono gli utenti e li accontenta nel migliore dei modi. E questa l’essenza di Google che lo differenzia dai concorrenti, infondo e nato da chi cercava e ed a concentrato gli sforzi soprattutto sulla funzionalità.


Nuove terminologie legate a Google:

To Google, un nuovo verbo.
Google è diventato un verbo. Il prestigioso Merriam-Webster's Collegiate Dictionary lo include infatti tra i verbi, To google = cercare sulla rete
“Don't Be Evil"
Don’t Be Evil, ossia “non compiere mai il male” è da sempre il motto e la mission dei due fondatori di Google. Speriamo che riescano a seguire questo principio anche in futuro; finora mi pare che ci siano riusciti.
Rispetto e fiducia nei dipendenti
Tutti i dipendenti di Google possono disporre del 20% del loro tempo lavorativo per occuparsi liberamente di progetti personali atti a migliorare o incrementare i servizi offerti dall’azienda.


Oggi Google vale oltre 100 miliardi di dollari

Il pacchetto azionario di Google, quotata in borsa dall’agosto 2004, vale oggi oltre 100 miliardi di dollari (più di Ford e General Motors messe assieme) e il patrimonio personale di Larry Page e Sergey Brin supera i 10 miliardi di dollari a testa.
Continuiamo a sperare nelle intuizione di questi due giovani. Grazie. E “Don’t Be Evil”.

Articolo: Gallo Salvatore

Sasà
Admin
Admin

Numero di messaggi : 172
Età : 29
Localizzazione : Roma oppure Cotronei (KR)
Data d'iscrizione : 03.12.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.salvatoregallo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum